Orari e Biglietteria

La prima edizione del Mercato dei Vini dei Vignaioli Indipendenti si svolge sabato 3 e domenica 4 dicembre 2011 presso gli spazi di Piacenza Expo, quartiere fieristico di Piacenza.

Orari di apertura

Sabato 3 dicembre dalle ore 13 alle ore 21
Domenica 4 dicembre dalle ore 10 alle ore 18

Ingresso

L’ingresso al Mercato dei Vini dei Vignaioli Indipendenti 2011 è a sottoscrizione, minimo 10,00 € (incluso il calice da degustazione)

PROGRAMMA

Sabato 3 dicembre

  • Ore 10 tavola rotonda sul tema “Identità e ruolo del Vignaiolo nello scenario della globalizzazione”. L’ingresso è libero.
  • Ore 13-21 apertura del Mercato dei Vini
  • Ore 15 degustazione tematica: “Le piccole vigne dell’Alto Adige”
  • Ore 17 degustazione tematica: “Soave, un grande bianco da invecchiamento”

Domenica 4 dicembre

  • Ore 10-18 apertura del Mercato dei vini
  • Ore 10 in sala stampa: Incontro informativo a cura di ShinEtsu
    “I feromoni per la confusione sessuale: una soluzione ecosostenibile per proteggere le produzioni vitivinicole nel rispetto dei produttori, dei consumatori e dell’ambiente”
  • Ore 11 Asta benefica a favore dei vignaioli delle Cinque Terre colpiti dall’alluvione
  • Ore 14 degustazione tematica “La viticoltura eroica della Val d’Aosta”
  • Ore 16 degustazione tematica “Barbera, un vino che si scopre a tavola”

Ufficio informazioni

Per maggiori informazioni potete scriverci utilizzando il modulo dei contatti, opure chiamarci al numero 342 1841065.

Identità e ruolo del Vignaiolo nello scenario della globalizzazione

Programma del Mercato dei Vini 2013

“Identità e ruolo del Vignaiolo nello scenario della globalizzazione”, questo il tema che la FIVI – Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti vuole approfondire nella tavola rotonda che apre la prima edizione del Mercato dei Vini dei Vignaioli Indipendenti sabato 3 dicembre alle ore 10 presso la sala B di Piacenza Expo.

E’ un tema di grande attualità. La globalizzazione corre veloce ed è inarrestabile. L’eccessiva autoreferenzialità del Vignaiolo e  la sua incapacità di fare sistema, limitano il dialogo interno e  frenano la realizzazione delle necessarie  politiche di adeguamento a questa dinamica. Le nuove DOP Alimentari  Europee  si articolano  in un quadro normativo, condizionato dalla concentrazione dell’offerta, laddove si  tutela il processo di trasformazione, e si perde di vista l’origine della materia prima e il valore  del “terroir”.

Il consumatore attento e consapevole, tutti coloro che  considerano il vino un alimento, sono indiscriminatamente controllati all’uscita dei locali pubblici, e trattati come potenziali alcolisti,  mentre una pletora di  bevande  industriali, eccitanti e  stimolanti, alcopops e binge drinking, sono proposte a giovani inconsapevoli, alimentando  la cultura dello “sballo”.

Come se non bastasse, una  burocrazia senza ragione,  toglie il Vignaiolo dalle vigne per portarlo negli uffici. Nel contempo i consumi del vino crollano, l’economia rurale è in caduta libera, e il valore culturale e sociale  che il vino rappresenta rischia di essere dimenticato.

Il Vignaiolo deve fare  una attenta riflessione su questi temi. Una presa di coscienza  e una politica di sistema partecipata e coordinata,  e una chiara e trasparente comunicazione, riusciranno ad arginare questo scenario? Il web per raccontare la terra potrà  aiutare il Vignaiolo ed il consumatore in questo percorso? La FIVI può e deve agire: ha tutte le ragioni per farlo.

Intervengono
Costantino Charrere  Presidente FIVI
“Il Vignaiolo Globalizzato: vittima o protagonista?”

Mario Fregoni  Pres.Onorario OIV, già Docente Viticoltura Università Cattolica Piacenza
“Le DO e i Terroir nella globalizzazione: la responsabilità e il ruolo del Vignaiolo”

Guido Carlo Alleva  Avvocato Studio Alleva e Associati
“Dossier Etilometro: vino e diritti della persona, documento di consultazione”

Saverio Petrilli  Segretario Generale FIVI
“Burocrazia: il Vignaiolo nella tela del ragno”

Andrea Gori  Web Journalist
“Il Web per raccontare la terra: come trasformare i consumatori in esploratori”

Modera Antonio Paolini, Giornalista e Critico Enogastronomico

L’ingresso è libero

Per informazioni:
Telefono: 342/1841065
E-mail: mercato@fivi.it

Asta benefica per le Cinque Terre

Domenica 4 dicembre al Mercato dei Vini dei Vignaioli Indipendenti, le migliori bottiglie dei vignaioli verranno messe all’asta per aiutare i vignaioli delle Cinque Terre colpiti dall’alluvione.

“Cosa possiamo fare per essere vicini e aiutare i nostri colleghi Vignaioli delle Cinque Terre dopo il disastro che li ha colpiti il 25 ottobre?” I Vignaioli Indipendenti Italiani hanno deciso di donare ciascuno una confezione del proprio vino migliore che verrà messa all’asta per raccogliere i fondi per aiutare le Cinque Terre e i vignaioli che sono stati colpiti dall’alluvione.

Domenica 4 dicembre alle ore 11 nella sala degustazioni del Mercato dei Vini si terrà un’asta davvero particolare, un’occasione da non perdere per tutti gli appassionati che vogliono aiutare un territorio che vive un periodo davvero difficile ma anche scovare belle bottiglie da portare a casa…

Battitore d’eccezione sarà il Presidente dell’AIS Antonello Maietta che ha aderito con entusiasmo alla proposta.

Appuntamento allora domenica mattina alle ore 11, non mancate!

Degustazioni tematiche

Quattro le degustazioni tematiche che i Vignaioli Indipendenti propongono nel corso di questa prima edizione del Mercato dei Vini. Occasioni di incontro per scoprire le caratteristiche dei territori e dei vitigni.
Le degustazioni si svolgono nella Sala B di Piacenza Expo, sono disponibili solo pochi posti, consigliamo quindi la prenotazione. La partecipazione è gratuita.
Potete prenotare la vostra degustazione scrivendo un’e-mail entro venerdì 2 dicembre all’indirizzo: mercato@fivi.it oppure telefonando al numero 342/1841065.

SABATO 3 DICEMBRE

ore 15 “Le piccole vigne dell’Alto Adige”
Conduce la degustazione il vignaiolo altoatesino Peter Dipoli

ore 17 “Soave, un grande bianco da invecchiamento”
Il giornalista Fabio Piccoli presenta 12 vini nati tra il 2000 e il 2007 dalle mani, e dalle vigne, dei Vignaioli Indipendenti di Soave

ore 19 “Le aree vocate del Sangiovese di Toscana”
Davide Bonucci di Enoclub Siena ci conduce attraverso la sua Toscana quella del Sangiovese, da Montalcino al Chianti attraversando altre belle zone vocate…

DOMENICA 4 DICEMBRE

ore 14: La viticoltura eroica della Val d’Aosta
Vincenzo Grosjean, vignaiolo indipendente della Val d’Aosta, ci introduce ai vini d’alta quota della sua regione

ore 16: Barbera, un vino che si scopre a tavola
Una degustazione che ci porta alla scoperta del vero cuore del Barbera, un vino che esprime le sue migliori caratteristiche accompagnando la buona tavola